04 Dicembre 2020
News
percorso: Home > News

Calcio a 7: la lettera di un dirigente. «Il campionato Acsi è un´esperienza fantastica»

04-06-2014 10:02 -
Riceviamo e pubblichiamo la lettera di Nicola Mori, responsabile dell´Atletico Kebab, squadra di calcio a 7 che partecipa ai campionati Acsi di Pisa.

«Venerdì scorso si è concluso il campionato di calcio a 7 Acsi 2013/2014. Si è concluso non tradendo le aspettative del pubblico, delle squadre, degli arbitri e della dirigenza dell´ente. Una festa in grande stile presso gli impianti Zara-Mortellini che ha dato modo a grandi e piccini di condividere un´esperienza fantastica a tu per tu con i propri familiari ed amici impegnati sui campi di gioco. A questo punto dell´anno è doveroso tirare le somme di quest´annata, creare una sorta di bilancio e gettare già da ora le basi per il prossimo campionato. Parliamo di calcio a 7.
Un campionato su tre gironi, una media di 12 squadre per girone che si affrontano sia su campi in erba naturale che su quelli in sintetico. Pochissime defezioni, squadre equilibrate, direttori di gare sempre all´altezza, molta precisione, risultati mai scontati. Questi sono stati gli ingredienti principali di una ricetta collaudata. A dirigere in cucina, le sapienti mani di un presentissimo Simone Del Moro, sempre in contatto con tutti. Preciso, determinato, coerente, costante e umile quanto basta e quando serve, perché lo spirito dell´ente è questo: imparare dagli altri e da noi stessi, mai attendisti e sempre disponibili. A livello provinciale, per chi come me ha interagito anche con altri enti, è sempre difficile poter trovare il giusto compromesso tra serietà e disponibilità, come se implicitamente l´una escludesse l´altra. Questo perché solitamente le due cose "cozzano" un po´. In questo caso però, l´Acsi si è distinta ancora una volta.
Ha avuto, a mio avviso, la capacità di essere dinamica e quindi di venire incontro alle esigenze delle singole squadre, senza dare l´impressione di perderne anche solo per un attimo il controllo. Questo, secondo me, è il vero segreto. Vorrei spendere due parole anche sulla preparazione della classe arbitrale. Non è mai facile parlare di arbitri. Troppo e troppo spesso, ci ricordiamo più del risultato e dell´episodio negativo più che della media. Questo ovviamente falsa sempre un po´ le considerazioni da fare in merito. A mente fredda però posso certamente dire che la qualità tecnica ma soprattutto umana di questi, è veramente difficile da incontrare ai nostri livelli. È proprio l´aspetto umano che li ha resi un tassello importante di questo mosaico, hanno in qualche modo messo davanti il buon senso al regolamento ed è proprio questo che in alcune circostanze ha determinato ed evitato che situazioni deprecabile e che poco hanno a che fare con lo sport, prendessero piede. Alle elementari, un tormentone alla fine di qualsiasi attività era: torneresti a giocare un campionato con Acsi? Se sì, perché? Ed in chiave commerciale: consiglieresti ad un tuo amico di giocare un campionato Acsi Rispondo così a queste due domande. Partecipare ad un campionato di calcio non è difficile: si sceglie l´ente, si sceglie il campo, si paga la quota, si ritirano i cartellini e si gioca. E fino a qui nulla di strano. Divertirsi in un campionato invece è più difficile.
È più difficile perché le variabili che determinano il divertimento spesso non dipendono direttamente dalle squadre. È l´ente che fa la differenza. Rispondendo quindi alla domanda in puro stile quarta elementare direi: sì, tornerei a giocare un campionato Acsi, perché in questo anno trascorso insieme ho avuto la piacevole sensazione di non essere uno dei tanti ma una squadra importante, considerata e soprattutto tutelata. Tutte le attività che sono state svolte parallelamente alle fasi di gioco, non erano affatto obbligatorie ma hanno sicuramente reso speciale e diverso questo campionato. Se lo consiglio? Beh, voi che dite?».

Realizzazione siti web www.sitoper.it
invia ad un amico
chiudi
Attenzione!
Non puoi effettuare più di 10 invii al giorno.
Informativa privacy
Testo dell'informativa da compilare...
torna indietro leggi Informativa privacy  obbligatorio